Crea sito

L’estate che verrà – Sports dei Love The Unicorn

ltu

Dei Love The Unicorn ne avevo parlato già qui, nella ormai consueta rubrica del venerdì, 3 Canzoni per il Weekend.  Toulouse mi aveva colpito per il suo essere al contempo fresca e dreamy, estiva e malinconica, uno dei mix che maggiormente preferisco in una canzone pop. Poi, qualche giorno fa, è uscito l’Ep di questi cinque baldi giovani romani, Sports, per i tipi di WWNBB, andando a confermare  le impressioni suscitate dal singolo apripista.
Sports ha un suono compatto, coerente, ben strutturato ma allo stesso tempo facile e abbordabile, sei canzoni che ti entrano in testa al primo ascolto. C’è un po’ di tutto dentro questo Ep, come se le chitarre dei Phoenix, i tempi degli Strokes e le atmosfere rarefatte dei Real Estate  fossero state inserite  insieme in lavatrice  e centrifugate.
Il mare è presente fin dalla prima traccia (se non dalla copertina), Young, con i gabbiani a introdurre la risacca sonora dell’intro. Poi le chitarre e  i ricordi cantati disegnano il quadro di riferimento: le estati passate, quelle presenti, le occasioni perse, quelle sfruttate, la giovinezza, che se ne va e non torna più se non in rigurgiti isolati e sparuti. Queste le suggestioni, queste le atmosfere (personalissime, sia ben chiaro) che si spandono come cerchi nell’acqua per tutte le sei tracce dell’Ep, dall’incalzante Ghost & Believers  a Girlfriend, dall’allegria di Never/Ending Summer alla malinconia di On The Road, con il mare – sempre lui – che torna a chiudere il disco, a coprire e a cancellare ogni cosa, una giornata che finisce o un’altra estate che se ne va. Consoliamoci però, siamo ancora a Marzo.

[vimeo http://www.vimeo.com/60812949 w=400&h=300]

http://bandcamp.com/EmbeddedPlayer/v=2/album=3449200660/size=venti/bgcol=FFFFFF/linkcol=4285BB/

2 thoughts on “L’estate che verrà – Sports dei Love The Unicorn

Comments are closed.